Ungheria, Orban apre su correzioni a legge anti-Soros

Cambio di rotta in Ungheria sulla legge sull’istruzione. O almeno così pare. Dopo un incontro con i vertici del Partito popolare europeo il premier Viktor Orban si è detto disposto a rispettare le richieste dell’Unione Europea in materia di diritti civili, riguardo al provvedimento che potrebbe portare alla chiusura di alcune università, tra cui quella di George Soros.

#Hungary’s Orban agrees to comply with #EU demands over academic freedom https://t.co/oSIyZTgP3n pic.twitter.com/KnXmJQI0SY— dwnews (@dwnews) April 29, 2017

La legge prende di mira in particolare la Central European University (Ceu) di Budapest, finanziata dal miliardario americano di origine ungherese, in quanto prevede che possa essere tolta la licenza alle istituzioni educative straniere che non dispongano di un campus nel Paese di origine.

Ungheria-Us: Juncker incontra Soros, “arcinemico” di Orban https://t.co/b8jxphDc9Y pic.twitter.com/xvzF3OoN9w— euronews Italiano (@euronewsit) April 27, 2017

Il Partito popolare ha chiesto alle autorità ungheresi di adottare tutte le misure necessarie per rispettare le richieste di Bruxelles. Con il benestare ora di Orban. Il provvedimento avevo suscitato non poche polemiche, tra gli studenti e le istituzioni europee.

.EPP calls on Orban/Fidesz to suspend lex CEU, keep ceuhungary open https://t.co/oDfIyJkzmj #istandwithCEU— Central European U (@ceuhungary) April 29, 2017

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità