Unhcr, 88 rifugiati reinsediati in Italia dal Libano -3-

red/Mgi

Roma, 31 lug. (askanews) - "Il reinsediamento è uno strumento efficace di protezione per le persone maggiormente a rischio e costituisce un meccanismo tangibile di solidarietà tra i governi per condividere la responsabilità di rispondere alle crisi di rifugiati in tutto il mondo," dichiara Roland Schilling, Rappresentante Regionale a.i. UNHCR per il Sud Europa.

"Inoltre, permette a chi fugge da guerre, violenza e persecuzione di giungere in un altro paese in modo legale e sicuro senza dover affrontare un viaggio pericoloso, rischiando la propria vita e quella dei suoi cari, per cercare salvezza in un altro Paese," ha detto Federico Soda, il Direttore per l'Ufficio di Coordinamento per il Mediterraneo dell'OIM.(Segue)