UNHCR e Twitter lanciano emoji Giornata Mondiale del Rifugiato 2020 -3-

red/Mgi

Roma, 16 giu. (askanews) - Il desiderio di O'Plrou, il creatore dell'emoji, quello di attirare l'attenzione sulla causa dei rifugiati di tutto il mondo. Amici della sua famiglia erano dovuti fuggire dalla Costa d'Avorio durante la crisi politica del 2010. "I rifugiati sono persone come noi", ha dichiarato. "Tramite il mio lavoro, cerco di mostrare la diversit affinch ognuno di noi possa comprendere meglio l'altro e mostrare maggiore solidariet".

O'Plrou era finito sulle prime pagine di tutto il mondo nel 2019, dopo aver creato 365 emoji volte a ritrarre la bellezza della cultura dell'Africa occidentale e a contrastare gli stereotipi ad essa associati. stato incluso da Forbes nella classifica Africa 30 Under 30, elenco di giovani uomini e donne che stanno plasmando il futuro del continente con idee creative e innovative nei settori degli affari, dell'arte, della tecnologia e dello sport.

La Giornata Mondiale del Rifugiato di quest'anno cade in un momento storico in cui il numero di persone in fuga aumentato e in un contesto di profondi cambiamenti sociali. La pandemia da COVID-19 e le recenti manifestazioni contro il razzismo hanno messo in evidenza il bisogno di un mondo pi inclusivo ed equo. L'UNHCR e i partner hanno intensificato gli sforzi volti a proteggere milioni di rifugiati, persone in fuga e apolidi. (Segue)