Unhcr, Grandi: positivo accordo per evacuazione rifugiati Libia -2-

Red/Coa

Roma, 13 set. (askanews) - Più di 3.600 rifugiati e richiedenti asilo sono attualmente trattenuti nei centri di detenzione in Libia, e molti corrono gravi rischi legati ad abusi e ai combattimenti indiscriminati. All'inizio di luglio, oltre 50 rifugiati e migranti hanno perso la vita in una bombardamento che ha colpito il centro di detenzione di Tajoura, a est di Tripoli. In tutto il paese, si aggiunge nella nota, le persone nei centri di detenzione vivono in condizioni terribili.

"Ruanda e Niger (dove un centro per rifugiati evacuati dalla Libia operativo da circa due anni ci ha aiutato a trovare soluzioni, tra cui il reinsediamento, per diverse migliaia di persone vulnerabili) dimostrano, con discrezione, cosa significhi realmente la condivisione di responsabilità attraverso gli interventi che hanno messo in atto per proteggere le persone più bisognose. Questi paesi offrono una speranza ai rifugiati, e dovrebbero essere un'ispirazione per tutti noi," ha affermato Grandi.(Segue)