Unhcr: necessarie azioni urgenti per parità di genere -2-

vgp

Roma, 22 ago. (askanews) -

"Non mi piace essere apolide, non è giusto. Tutti i miei amici possono spostarsi, io no. Sono triste, tutti i miei amici hanno una carta d'identità, mentre io non ce l'ho," spiega Rama, in Libano.

"Non poter trasmettere la cittadinanza a mio figlio sulla sola base del mio genere è sconfortante e disumano. Perché in quanto donna non posso avere gli stessi diritti che un uomo ha nella mia stessa situazione? Spero che il Governo affronti presto la questione," afferma una madre bahamense.(Segue)