Unhcr: oltre metà dei bambini rifugiati non frequenta la scuola -3-

Red/Bea

Roma, 30 ago. (askanews) - L'iniziativa per l'istruzione secondaria si propone di sostenere la costruzione e la ristrutturazione degli edifici scolastici, la formazione degli insegnanti e la distribuzione di aiuti finanziari alle famiglie dei rifugiati affinché riescano a coprire i costi della scuola per i propri figli.

Il rapporto di quest'anno chiede inoltre che i rifugiati vengano inclusi nei sistemi educativi nazionali, anziché essere trasferiti in scuole alternative non ufficiali, e che possano seguire programmi di studio riconosciuti durante tutto il ciclo dell'istruzione prescolare, primaria e secondaria. Questo consentirà loro di ottenere un titolo valido per l'accesso all'università o a corsi di formazione professionale superiore.(Segue)