Unicef: 210 milioni di bambini nel mondo non hanno acqua... -3-

Lzp

Milano, 28 ago. (askanews) - Il diritto all'acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari è sancito nella Convenzione sui diritti dell'infanzia. È fondamentale per la sopravvivenza di un bambino quanto il cibo, le cure mediche e la protezione. Tuttavia, da Cox's Bazar (Bangladesh) all'Ucraina allo Yemen, crisi e conflitti prolungati portano alla privazione di questi diritti.

Nelle zone instabili e colpite dai conflitti, l'accesso all'acqua potabile è spesso compromesso; le infrastrutture sono danneggiate o in disuso, le condutture sono danneggiate e la raccolta dell'acqua è pericolosa. Senza accesso all'acqua potabile, i bambini si ammalano, le scuole e gli ospedali non funzionano, le malattie e la malnutrizione si diffondono. Il declino e la distruzione dei sistemi idrici e sanitari e l'insicurezza idrica sono cause sempre più diffuse di instabilità sociale, economica e politica, che minacciano la sopravvivenza, la salute e lo sviluppo dei bambini e delle loro comunità, nonché la pace e lo sviluppo a tutti i livelli. (segue)