Unicef: 210 milioni di bambini nel mondo non hanno acqua... -2-

Lzp

Milano, 28 ago. (askanews) - Entro il 2030, l'80% tra i più poveri del mondo vivrà in Stati instabili e colpiti da conflitti. Negli ultimi anni, più di 120 milioni di persone ogni anno hanno avuto bisogno di assistenza e protezione umanitaria urgente. Le crisi sono più numerose, colpiscono più persone e durano più a lungo di dieci anni fa.

Nel 2018, 70,8 milioni di persone sono state costrette a sfollare con la forza, per lo più a causa dei conflitti, metà erano bambini. I conflitti si protraggono sempre più a lungo, la durata media dei piani di risposta umanitaria (HRP) è aumentata da 5,2 anni nel 2014 a 9,3 anni nel 2018.

Gli attacchi ai sistemi idrici colpiscono direttamente i bambini. Quando il flusso di acqua pulita si arresta, i bambini sono costretti a fare affidamento su acqua non sicura, mettendosi a rischio di malattie, e nei conflitti, attacchi deliberati e indiscriminati distruggono le infrastrutture idriche, feriscono il personale e tagliano l'energia che mantiene in funzione i sistemi idrici. (segue)