Unicef, al via a Palermo U-topia

Red/Plg

Roma, 24 ott. (askanews) - Da mercoledì al via U-topia, il percorso di partecipazione e inclusione sociale rivolto a giovani italiani, migranti e rifugiati, lanciato a Palermo dall'Autorità Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza in collaborazione con UNICEF e INTERSOS.

Il programma, finanziato dal Fondo Migranti e Rifugiati della Banca di Sviluppo del Consiglio d'Europa, coinvolgerà oltre 200 giovani dai 16 a 24 anni nella V e nell'VIII Circoscrizione di Palermo.

Il progetto nasce per rispondere al bisogno di inclusione e di contrasto alla discriminazione segnalato dai giovani migranti e rifugiati attraverso U-Report on the Move*, la piattaforma digitale di sondaggi online sperimentata da UNICEF per comprendere i bisogni di ragazze e ragazzi arrivati in Italia come minori stranieri non accompagnati. Secondo recenti sondaggi 3 giovani su 10 dicono di avere vissuto episodi di discriminazione, in molti casi - ben il 70% - per via del colore della pelle e principalmente nelle strade, a scuola, nel posto in cui vivono.

Da novembre a maggio oltre 100 bambini e adolescenti saranno ascoltati da un gruppo di 20 giovani formati su tecniche di partecipazione, di cittadinanza attiva e sugli strumenti di facilitazione di gruppi di ascolto. Il progetto mira così a evidenziare i bisogni dei giovani in quanto membri di una comunità. In risposta alle esigenze evidenziate saranno avviati laboratori di sviluppo delle competenze e attività socio-ricreative che coinvolgeranno oltre 200 ragazze e ragazzi, animando il territorio con momenti di riflessione e di lavoro congiunto su tematiche comuni favorendo momenti di dialogo.

Ad arricchire il calendario di attività, anche laboratori di film-making orientati alla conoscenza e alla narrazione del territorio per raccontare "pezzi" della città con una luce nuova, contribuendo alla costruzione di una mappa intima e inedita di Palermo.

La sperimentazione si chiuderà a maggio 2020 con un evento finale in cui sarà presentato il lavoro svolto e saranno avviati consigli giovanili permanenti di ascolto.