Unicef: clima, conflitti, disinformazione minacciano i giovani -3-

Orm

Roma, 18 set. (askanews) -

L'UNICEF sta lavorando per alleviare l'impatto della crisi climatica nei paesi nel mondo. Per esempio, in Etiopia, l'UNICEF ha sperimentato nuove tecnologie per mappare l'acqua nel sottosuolo e sta sviluppando soluzioni per le comunità colpite sistematicamente da scarsità di acqua. In Malawi, l'UNICEF ha sviluppato un sistema di lunga durata ed ecofriendly che utilizza l'energia solare per migliorare l'accesso all'acqua delle comunità. Ma bisogna fare di più per ridurre il cambiamento climatico, tutti insieme.

"Per ridurre l'inquinamento atmosferico, i governi e le imprese devono lavorare di pari passo per ridurre il consumo di combustibili fossili, sviluppare sistemi agricoli, industriali e di trasporto più puliti e investire su scala nelle fonti energetiche rinnovabili", continua Fore.

La lettera esprime anche preoccupazione per la maggior parte dei bambini che cresceranno come nativi di un ambiente digitale saturo di una non corretta informazione. Per esempio, le cosiddette tecnologie "deep fake" utilizzano tecniche di intelligenza artificiale per creare finti contenuti audio e video convincenti, in modo relativamente semplice. La lettera ricorda che un ambiente online in cui la verità può diventare indistinguibile dalla finzione ha il potere di minare totalmente la fiducia in istituzioni e fonti di informazione ed è stato dimostrato che altera i dibattiti democratici, le intenzioni di voto, e instilla dubbi su gruppi etnici, religiosi e sociali.(Segue)