Unicef: con il 2019 si conclude decennio "letale" per bambini -6-

Dmo/Red

Roma, 30 dic. (askanews) - In un solo fine settimana ad agosto, sembra che siano stati uccisi 44 civili a causa di bombardamenti aerei in Siria nordoccidentale, fra cui 16 bambini e 12 donne. A settembre, l'UNICEF ha segnalato che 2 milioni di bambini ancora non andavano a scuola in Yemen; circa la metà ha abbandonato dopo l'inizio del conflitto nel 2015.

A ottobre, con l'aumento delle violenze in Siria nordorientale sono stati uccisi 5 bambini e feriti 26. Ciò ha portato il numero di bambini uccisi in Siria nei primi 9 mesi dell'anno a 657 bambini e quello dei bambini feriti a 324. A novembre, l'UNICEF ha dichiarato che 3 anni di violenze e instabilità nelle regioni nordoccidentali e sudoccidentali del Camerun hanno lasciato oltre 855.000 bambini fuori da scuola e 59.000 adolescenti sfollati.

A inizio di dicembre, 5 bambini sono stati uccisi quando un uomo armato ha aperto il fuoco dentro un luogo di culto in Burkina Faso. In Ucraina orientale, dove circa 500.000 bambini sono colpiti da conflitti, quest'anno sono stati registrati 36 attacchi sulle scuole, fra cui una scuola danneggiata 15 volte. A metà dicembre, l'UNICEF ha detto che in Afghanistan in media 9 bambini sono stati uccisi o mutilati ogni giorno nei primi nove mesi del 2019.(Segue)