Unicef, Fao, Wfp: Sud Sudan 6,35 mln non hanno un pasto sicuro -3-

Dmo/red

Roma, 12 set. (askanews) - La pace può migliorare l'accesso a mezzi di sussistenza, mercati e assistenza umanitaria Nonostante l'insicurezza alimentare sia grave, i recenti miglioramenti possono ampiamente essere attribuiti al Rinnovato Accordo di Pace, sottoscritto a settembre 2018. Il calo dei conflitti armati ha incoraggiato il ritorno volontario degli agricoltori, incrementando l'accesso ai beni di sussistenza e migliorando i mercati. Uno scenario politico più stabile ha anche consentito una migliore distribuzione di assistenza umanitaria alle popolazioni più vulnerabili.

"Con la stabilità politica e una pace durevole, il Sud Sudan può velocemente riprendersi dalla crisi e ampliare la produzione di cibo. I risultati del rapporto sono allarmanti, ma mostrano anche che il rinnovato accordo di pace sta producendo i suoi frutti e la sua piena attuazione è della massima importanza per il paese," ha dichiarato Meshack Malo, Rappresentante FAO in Sud Sudan. "La FAO sta lavorando con gli agricoltori che hanno fatto ritorno per sostenerli mentre si reinsediano e cercano di ricostruire i loro mezzi di sussistenza e produrre il proprio cibo." (Segue)