Unicef: Istruzione a rischio in Africa per 1,9 mln bambini -5-

Red/Mos

Roma, 23 ago. (askanews) - L'UNICEF sta lavorando con le autorità e le comunità educative per sostenere opportunità di apprendimento alternative, tra cui centri di apprendimento comunitari, programmi scolastici radiofonici, tecnologie per l'insegnamento e l'apprendimento e iniziative di apprendimento nelle comunità religiose. L'UNICEF fornisce anche strumenti per gli insegnanti che lavorano in luoghi pericolosi, e sostegno psicosociale e assistenza ai bambini in età scolare che portano le cicatrici emotive della violenza:

In Nigeria, nelle scuole coraniche è stata introdotta l'istruzione di base; In Burkina Faso e Camerun, lezioni e messaggi salvavita sono trasmessi in più lingue per consentire ai bambini di apprendere in gruppi con un insegnante formato o a casa loro. In Burkina Faso e nella Repubblica Democratica del Congo sono ora in fase di sperimentazione le lezioni radiofoniche per bambini che non sono mai stati a scuola. In Mali, l'UNICEF ha recentemente sostenuto la creazione di 169 centri comunitari di apprendimento, che offrono ai bambini spazi sicuri per imparare la matematica e la lettura di base. Ai facilitatori e agli insegnanti sono state fornite anche tablet per l'autoformazione continua. Inoltre, i bambini ricevono sostegno psicosociale per essere aiutati a superare il disagio mentale. (Segue)