UNICEF-OMS: 6,2 milioni i bambini sotto i 15 anni morti nel 2018 -5-

red/Mgi

Roma, 19 set. (askanews) - Progressi legati alla copertura sanitaria universale

Il mondo ha compiuto progressi sostanziali nel ridurre la mortalità dei bambini e materna. Dal 1990, si è verificata una riduzione del 56% delle morti di bambini sotto i 15 anni, da 14,2 a 6,2 milioni nel 2018. I paesi in Asia orientale e sud-orientale hanno compiuto i progressi maggiori, con un declino dell'80% delle morti di bambini sotto i 5 anni.

E dal 2000 al 2017 il tasso di mortalità materna è diminuito del 38%. In Asia centrale e meridionale si sono verificati i maggiori miglioramenti, con una riduzione del 60% del tasso di mortalità materna dal 2000.

Bielorussia, Bangladesh, Cambogia, Kazakhstan, Malawi, Marocco, Mongolia, Ruanda, Timor-Leste e Zambia sono alcuni dei paesi in cui si sono verificati progressi sostanziali nella riduzione della mortalità materna e dei bambini. Il successo è dovuto alla volontà politica di migliorare l'accesso a un'assistenza sanitaria di qualità investendo nella forza lavoro sanitaria e introducendo cure gratuite per le donne in gravidanza e i bambini. Molti di questi paesi si concentrano sull'assistenza sanitaria primaria e la copertura sanitaria universale.

Se non agiamo adesso 62 milioni di bambini sotto i 15 anni moriranno tra il 2019 e il 2030, compresi 52 milioni di bambini sotto i 5 anni. Di questi ultimi, circa la metà saranno neonati.