Unicef: rischio diffusione Ebola anche in Sud Sudan -3-

red/Mgi

Roma, 29 lug. (askanews) - "Con l'Ebola più vicina di prima al Sud Sudan, non abbiamo tempo da perdere. Dobbiamo essere preparati a rispondere a un'epidemia nel paese, ma prima e soprattutto dobbiamo fare il possibile per evitare che la malattia raggiunga il Sud Sudan," ha dichiarato il dottor Mohamed Ad Ayoya, Rappresentante dell'UNICEF in Sud Sudan.

"Il coinvolgimento attivo delle comunità è la chiave per fermare la diffusione. Stiamo lavorando a stretto contatto con le comunità per creare consapevolezza e comprendere le vie di trasmissione, promuovere la pulizia delle mani e buone pratiche igieniche, le misure di prevenzione più efficaci."

(Segue)