Unicef: rischio diffusione Ebola anche in Sud Sudan -4-

red/Mgi

Roma, 29 lug. (askanews) - L'UNICEF in Sud Sudan si focalizza sulle popolazioni - e il loro coinvolgimento - che sono più a rischio negli stati al confine tra Repubblica Democratica del Congo e Uganda. L'UNICEF e i suoi partner hanno formato 450 operatori che, porta a porta, organizzano incontri per le comunità e coinvolgono leader locali e religiosi per diffondere messaggi salvavita.

"I nostri operatori e partner sul campo che lavorano nelle comunità confermano che un numero sempre più consistente di persone è consapevole dell'Ebola e delle misure di protezione che possono attuare per fermarne la diffusione," ha continuato Ayoya. "L'individuazione precoce e il contenimento dei tre casi di Ebola in Uganda nel mese di giugno rappresentano il risultato di una maggiore sensibilizzazione dell'opinione pubblica e dimostrano il vero valore del lavoro di prevenzione e di collaborazione con le comunità. Finché l'Ebola rimane alle nostre porte, non possiamo riposare e dobbiamo portare avanti i nostri sforzi".

(Segue)