UNICEF, Siria nordorientale: migliaia di bambini a rischio -4-

vgp

Roma, 15 ott. (askanews) - Almeno una scuola a Tal Abiad è stata attaccata. A Ras Al-Ain le scuole, le cliniche e i mercati sono chiusi dal 9 ottobre. Nella città di Tal Abiad, l'acqua e l'elettricità rimangono indisponibili e l'ospedale nazionale è chiuso dall'11 ottobre. I nostri partner a Ras al-Ain e Tal Abiad hanno dovuto fermare la maggior parte del loro lavoro, visto che molti del loro staff e volontari sono fra la popolazione sfollata.

La stazione idrica di Alouk, che porta acqua a 400.000 persone ad Al Hasakeh, continua a rimanere fuori servizio. I team tecnici hanno potuto esaminare la stazione idrica e fare alcune riparazioni ieri, ma i danni alle linee elettriche potrebbero non essere immediatamente riparabili. Una fornitura d'acqua alternativa, proveniente dalla stazione di pompaggio idrico di Al Himme, può soddisfare solo il 30% dei bisogni ad Al Hasakeh, le persone attualmente stanno utilizzando pozzi poco profondi, ma quest'acqua non è sicura, quindi è fondamentale che la stazione di pompaggio dell'acqua di Alouk torni in servizio. L'UNICEF fornirà il carburante per i generatori d'emergenza, e stiamo trasportando acqua agli accampamenti con persone sfollate.

(Segue)