Unicef, tra gruppi vulnerabili adolescenti migranti e rifugiate -4-

red/Mgi

Roma, 25 nov. (askanews) - "Le ragazze migranti e rifugiate sono oggi tra le categorie più a rischio di violenza, in particolare legata allo sfruttamento sessuale, per quanto sia difficile citare numeri esatti. Le giovani con cui veniamo in contatto ci stupiscono per la loro capacità di resilienza, sappiamo però che chi è sopravvissuto a violenza ha bisogno di supporto. Per questo l'UNICEF le accompagna con interventi che puntano sull'empowerment oltre che sull'accesso ai servizi utili.

Vogliamo inoltre garantire che l'intero sistema di attori che entra in contatto con bambine, ragazze e donne sia preparato ad affiancarle in maniera adeguata nel difficile percorso di superamento delle esperienze traumatiche", ha dichiarato Anna Riatti, responsabile UNICEF della risposta a favore dei bambini e adolescenti migranti e rifugiati in Italia.(Segue)