Unicef: un giovane su tre in 30 paesi ha subito cyberbullismo -2-

Mos

Roma, 4 set. (askanews) - I risultati del sondaggio contrastano con l'idea che il cyberbullismo tra i compagni di classe sia unicamente una problematica dei paesi ad alto reddito. Per esempio, il 34% dei rispondenti in Africa subsahariana ha dichiarato di essere stato vittima di bullismo online. Circa il 39% ha dichiarato di sapere che esistono gruppi privati online all'interno della comunità scolastica in cui i bambini condividono informazioni sui loro coetanei a scopo di bullismo.

Parlando apertamente e in anonimato attraverso la piattaforma per il coinvolgimento dei giovani U-Report, circa tre quarti degli adolescenti hanno inoltre dichiarato che i social network, fra cui Facebook, Instagram, Snapchat e Twitter, sono i luoghi in cui si verifica più comunemente il bullismo online.(Segue)