Unicost: no voto avvocatura per valutazioni professionali toghe

Red/Cro/Bla

Roma, 15 ott. (askanews) - "Unità per la Costituzione, in relazione a notizie di stampa odierne circa il 'riconoscimento' normativo del diritto di voto all'Avvocatura nei procedimenti inerenti alle valutazioni di professionalità dei magistrati, esprime netta contrarietà alla partecipazione dei Consigli dell'Ordine in occasione del procedimento valutativo del magistrato. La verifica della professionalità dei magistrati è un valore che deve essere garantito, ma con regole idonee ad assicurare serenità e indipendenza. La previsione di una diretta partecipazione dell'Avvocatura proprio nel momento valutativo potrebbe invece indurre effetti distorsivi delle corrette dinamiche processuali, le quali devono svolgersi in piena serenità e indipendenza". Così in una nota la presidenza e la segreteria nazionali di Unità per la Costituzione.

(Segue)