Unilever alza guidance vendite dopo aver battuto stime sem1 con aumento prezzi

Il logo Unilever

LONDRA (Reuters) - Unilever Plc ha rivisto al rialzo la propria guidance sulle vendite annuali, dopo aver battuto le stime nel primo semestre grazie all'aumento dei prezzi per contrastare l'impennata dei costi.

La produttrice del sapone Dove e del dado Knorr, tra le più grandi aziende di beni di consumo al mondo, con oltre 400 marchi che vanno dai detersivi ai gelati, ha visto incrementare i propri costi da quando il coronavirus ha creato interruzioni alla catena degli approvvigionamenti globale.

Inoltre la guerra in Ucraina ha fatto balzare i costi dell'energia e ha portato i prezzi di materie prime come il grano, l'olio di girasole e la pasta di legno utilizzata per gli imballaggi a livelli record.

Unilever ha detto di prevedere un'inflazione netta delle materie prime per circa 4,6 miliardi di euro quest'anno, di cui 2,6 miliardi di euro nel secondo semestre.

Il margine sull'utile operativo nel primo semestre è sceso al 17% dal 18,8% dell'anno precedente, benché il gruppo abbia aumentato i prezzi del 9,8%.

L'aumento dei prezzi è avvenuto nonostante il settore retail abbia fatto pressioni sui fornitori di prodotti di consumo, per il timore di perdere margini e di allontanare i clienti.

Il gigante statunitense Walmart Inc, la più grande azienda retail al mondo, ha tagliato le proprie previsioni di utili a causa dell'aumento dei prezzi dei generi alimentari e del carburante, che ha spinto i clienti a ridurre le proprie spese.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli