Unione Naz. Consumatori: rischio ascensori bloccati per colpa caldo

Red/Cro/Bla

Roma, 28 giu. (askanews) - "Emergenza caldo, in questi giorni, con qualche rischio anche per chi prende l'ascensore. Per questo è fondamentale che sia garantita la sicurezza delle macchine." E' quanto dichiara Massimiliano Dona, Presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

"Si moltiplicano in questo periodo le notizie di centraline bloccate per il caldo: la sicurezza dell'impianto dipende dalla corretta manutenzione, dal rispetto della normativa e dall'innovazione tecnologica", afferma il presidente di Unc, che con Anacam (Associazione Nazionale Imprese di Costruzione e Manutenzione Ascensori), ha realizzato una guida sulla sicurezza degli ascensori scaricabile sul sito www.consumatori.it.

Affinché l'ascensore sia in regola, dunque, è fondamentale che sia sottoposto ai controlli obbligatori quali la regolare manutenzione (la cui frequenza varia a seconda delle caratteristiche dell'ascensore e dal suo utilizzo), le verifiche di sicurezza semestrali e la verifica biennale, i cui esiti vanno annotati sull'apposito libretto.

L'amministratore del condominio deve: affidare la manutenzione ad un'impresa di impianti di sollevamento iscritta alla Camera di Commercio che abbia personale con patentino di ascensorista rilasciato dal Prefetto; incaricare un Ente autorizzato ad eseguire la verifica biennale; provvedere alle riparazioni e sostituzioni necessarie segnalate dal manutentore o dall'Ente di verifica.

E in caso di persone bloccate in cabina? "L'impresa a cui è stata affidata la manutenzione deve inviare del personale (reperibile h. 24 e per 365 giorni l'anno) per liberare i passeggeri se previsto nel contratto di manutenzione. Gli ascensori installati a partire dal giugno 1999 devono avere il dispositivo di comunicazione bidirezionale: schiacciando il pulsante di allarme si stabilisce una comunicazione con la centrale operativa che localizza l'impianto e invia il tecnico", conclude.