Unionfood: in 2020 produzione alimentare -2,5%, bene pasta e surgelati

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 23 giu. (askanews) - Nel 2020 la produzione dell'industria alimentare è scesa del 2,5%, reggendo, per quanto possibile, la situazione del contesto. Nonostante questo, il calo del 2020 è il peggiore a livello annuale registrato dalla produzione alimentare da oltre vent'anni. E' quanto emerso nel corso della terza assemblea annuale di Unione Italiana Food, l'associazione che rappresenta oltre 450 aziende appartenenti a 20 settori produttivi diversi.

La pasta, invece, è andata in controtendenza con un +11% a volume, ma hanno tenuto bene la crisi anche il settore dei surgelati, che nonostante le chiusure delle mense e degli esercizi pubblici ha segnato un +12% a volume e quello dei sughi pronti con +18% volume. Bene anche i prodotti da prima colazione come ad esempio la biscotteria, che ha segnato un +16% e il cioccolato in tavoletta, protagonista di molte ricette fatte in casa, con un +7%.

Al contrario le chiusure previste per il lockdown e le altre misure in vigore durante l'emergenza sanitaria, compreso il divieto di poter invitare a casa parenti e amici hanno condizionato molti altri settori dell'alimentare, che adesso stanno tornando a riprendersi con fatica anche a causa dell'aumento dei costi, subìti durante il lockdown e mai rientrati, di materie prime, imballaggi, logistica, forniture e tutti gli altri fattori necessari alla produzione dei beni alimentari.

"La situazione di grave crisi pandemica esplosa nel 2020 ha avuto un impatto enorme su tutti i comparti economici, compresi quelli di Unionfood. Ciò nonostante le iniziative virtuose che l'associazione porta avanti non si sono fermate in seno ai tavoli di lavoro e con il prezioso aiuto delle aziende associate - ha commentato il presidente Marco Lavazza - Anche nel momento più critico della pandemia siamo riusciti a garantire le forniture di cibo, senza soluzione di continuità. Ognuno ha fatto del suo meglio, ma un ringraziamento speciale va a tutti i lavoratori, che in un periodo di difficoltà così unico, non si sono sottratti a quanto richiesto".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli