Unipd: nuovo embrione creato sopravvivenza rinoceronte bianco -2-

Bnz

Padova, 15 gen. (askanews) - Quattro mesi dopo l'innovativo primo "prelievo di ovuli" nell'agosto del 2019, il team ha ripetuto la procedura con le due femmine di rinoceronte bianco del nord Najin e Fatu il 17 dicembre 2019, nella riserva di Ol Pejeta in Kenya.

Gli animali sono stati posti sotto anestesia generale e nove ovociti - tre di Najin e sei di Fatu - sono stati prelevati dalle ovaie degli animali con una sonda guidata da ultrasuoni. L'anestesia e il prelievo degli ovuli sono andati a buon fine senza complicazioni. Gli ovociti sono stati trasportati immediatamente al Laboratorio Avantea in Italia. Dopo l'incubazione e la maturazione, quattro ovociti di Fatu e uno di Najin sono stati fecondati con sperma utilizzando una procedura chiamata ICSI (Intra Cytoplasm Sperm Injection). Uno dei cinque ovuli fecondati da Fatu si è sviluppato in un embrione vitale con l'aiuto di Geri®, un innovativo incubatore da banco con capacità di monitoraggio continuo integrato degli embrioni, progettato per fornire un ambiente di incubazione individualizzato e indisturbato, donato da Merck. L'embrione viene ora conservato in azoto liquido insieme ai due embrioni generati della precedente procedura.