Unità d'Italia: Meloni, '17 marzo data più unificante' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Siamo qui per augurare all'Italia un buon 160/mo anniversario dell'unità nazionale, in questo 17 marzo che per noi rimane forse la data più unificante tra le celebrazioni" della nostra nazione, ha affermato Meloni. "Il partito dei patrioti non può lasciare che una giornata come questa passi senza le adeguate celebrazioni. Quando dieci anni fa ero ministro della Gioventù, ci battemmo molto perchè fosse celebrato quell'importante anniversario, su cui alcuni si interrogavano se fosse il caso di celebrarlo".

"Sono passati dieci anni e purtroppo non ci sono celebrazioni adeguate per il 160/mo anniversario dell'Unità d'Italia, così come nello scorso 3 febbraio abbiamo assistito a poco o niente in occasione del 150/mo anniversario della proclamazione di Roma capitale. Si dirà: siamo in una situazione molto difficile, stiamo combattendo la pandemia. Proprio per la situazione in cui ci troviamo oggi vale la pena di celebrare il 160/mo anniversario dell'Unità d'Italia, perchè fare sacrifici per gli altri non ha senso se non ci sente parte di qualche cosa".

"Nell'ultimo anno -ha ricordato Meloni- ciascuno di noi ha fatto sacrifici piccoli o enormi per impedire che persone che magari neanche conosciamo si ammalino o muoiano. Abbiamo impiegato risorse che indebiteranno i nostri figli. Crediamo giustamente di dover combattere il Covid, di dover tenere in sicurezza il nostro tessuto produttivo, perchè riteniamo di doverlo a chi verrà dopo di noi, perchè ci ricordiamo che qualcuno prima di noi ha fatto dei sacrifici".