Università, Manfredi: "Farò il massimo in condizioni complicate"

webinfo@adnkronos.com

"Cercherò, in condizioni sicuramente complicate, di fare il massimo per il nostro sistema e la nostra ricerca". Queste le parole del rettore dell'Università 'Federico II' di Napoli, Gaetano Manfredi, appena appresa la notizia della nomina a ministro dell'Università e della Ricerca.  

Conte: "Azzolina e Manfredi ministri di Scuola e Università" 

Chi è Gaetano Manfredi, nuovo ministro della Ricerca 

"Ricorderò questa mattina per tutta la vita", ha detto Manfredi, al Centro Congressi dell'ateneo federiciano per la firma dell'accordo istituzionale delle due cattedre Unesco della Campania, presiedute da Annamaria Colao e Carmine Gambardella. Manfredi ha preso quindi la parola, spiegando che "l'Università ha dato a me più di quello che ho dato io all'Università, quindi ho un grande senso di restituzione, un debito di riconoscenza e io cercherò in questo scorcio di impegno di fare il massimo possibile". 

"Cercherò di fare il massimo possibile, partendo però da una considerazione che ritengo molto importante: che se mettiamo al centro la qualità delle persone non possiamo mai sbagliare", ha detto il neo ministro. Riferendosi a Colao, Manfredi ha spiegato che "con Annamaria abbiamo condiviso tante cose insieme e quando abbiamo scelto persone di qualità abbiamo sempre vinto. Io seguirò questa strada, a volte le persone mi considerano un po' rigido su queste cose, ma io su questo non faccio negoziati. Se mettiamo persone di qualità, un risultato lo vedremo. Io questo cercherò di fare".