Università Milano-Bicocca, con 'Dual career' lancia programma per studenti-atleti

·3 minuto per la lettura
featured 1415871
featured 1415871

Milano, 5 lug. (Adnkronos/Labitalia) – Flessibilità nella didattica e negli esami, un percorso di orientamento personalizzato, un 'mental coach' e un team di professionisti di medicina dello sport sempre a disposizione, dal fisioterapista al nutrizionista. Dal prossimo anno accademico sarà più facile dividersi tra gli impegni sui libri, le gare e gli allenamenti: Milano-Bicocca lancia il programma 'Dual career' per gli studenti-atleti. L’università mette a disposizione di coloro che accederanno al percorso di doppia carriera una serie di benefit e servizi per permettere loro di conciliare gli impegni sportivi e gli studi universitari e garantire la possibilità di raggiungere traguardi brillanti in entrambe le carriere.

Oltre all’utilizzo gratuito dei servizi sportivi all’interno del campus, gli studenti agonisti beneficeranno di un’ampia flessibilità nelle sessioni d’esame – per esempio richiedendone lo spostamento in caso di impegni sportivi – e di giustificazione delle assenze dalle lezioni o dei laboratori per i quali è prevista la frequenza obbligatoria, in caso di partite, competizioni e periodi di raduni tecnici. Per importanti impegni sportivi, potranno richiedere anche la sospensione temporanea degli studi per massimo un anno.

Gli atleti universitari potranno contare su un servizio di supporto psicologico-motivazionale realizzato in collaborazione con il dipartimento di Psicologia, un programma individualizzato di tutoring, orientamento e monitoraggio del percorso accademico e un servizio di medicina dello sport dedicato: medico dello sport, fisioterapista e nutrizionista.

Disciplina e costanza, ambizione e competizione. Per l’Ateneo, gli studenti-atleti saranno i volti testimonial dei valori dello sport e del benessere: avranno l’opportunità di partecipare a talk ed eventi sui temi legati agli stili di vita sani; potranno diventare ambassador del Cus Bicocca e partecipare alle rappresentative nei Campionati nazionali universitari.

Il progetto voluto dalla professoressa Lucia Visconti Parisio, delegata della rettrice per lo sport, in accordo con il Cus Bicocca e il Consiglio degli studenti, sarà aperto a 25 studenti. La valutazione delle candidature sarà effettuata da parte di una commissione costituita dalla delegata allo sport e da componenti scelti all’interno del Comitato sportivo universitario.

L’accesso al programma sarà su base annuale rinnovabile e per la permanenza allo studente sarà necessario il superamento, per ogni anno accademico, di un numero di esami pari ad almeno 18 crediti formativi (salvo la possibilità di richiedere la sospensione degli studi per un anno accademico nel caso di competizioni di rilievo).

"L’avvio del programma 'Dual career' – ha dichiarato Giovanna Iannantuoni, rettrice dell’Università di Milano-Bicocca – rappresenta un passo in avanti nel percorso di valorizzazione dello sport universitario che ha già visto l’Ateneo impegnato nella riqualificazione del Bicocca stadium. L’impianto sportivo è un punto di riferimento per i nostri studenti-atleti e per tutta la cittadinanza e dal 2019 dispone di una pista di atletica hi-tech, di un campo sportivo bivalente realizzato con gomma riciclata da pneumatici fuori uso e di tribune e spogliatoi completamente rinnovati".

"Il programma 'Dual career' – ha spiegato Lucia Visconti Parisio, delegata per lo sport universitario di Milano-Bicocca – contribuirà a sostenere in ambito universitario i valori dello sport legati al benessere, a sani stili di vita e alla correttezza dei comportamenti".

"Punti chiave questi – ha ricordato – su cui si fonda anche il progetto di due nuovi edifici che andranno a completare il centro sportivo Bicocca stadium, un centro dedicato alla medicina dello sport e un centro di aggregazione in cui saranno presenti una mensa universitaria, un’area lettura e una sala per la danza".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli