Uno scalino in più per superare il compromesso in agenda del governo con l’ultima Cabina di Regia

·2 minuto per la lettura
Quota 103 potrebbe essere la formula pensionistica scelta dall'Esecutivo
Quota 103 potrebbe essere la formula pensionistica scelta dall'Esecutivo

Quota 103 sembra essere l’ultima mediazione per la pensione a 64-65 anni con un importo calcolato secondo un meccanismo semplice ma di digestione per ora solo ipotetica: si andrebbe in pensione con 41 anni di contributi, a patto però di accettare una consistente riduzione dell’assegno previdenziale. Insomma, Quota 100 scadrà alla fine del 2022 e la via potrebbe essere quella di una Quota 103.

Quota 103, l’ultima mediazione per allontanare il ritorno della Fornero

Così da un lato quadrerebbero i conti, dall’altro la flessibilità che soprattutto i sindacati mettono in punta di esigibilità resterebbe inalterata. Dove sta il trucco? Nel fatto che con Quota 103 ci si dovrebbe accontentare di un assegno più basso rispetto a quello cui si avrebbe diritto con la pensione di vecchiaia.

L’ultima mediazione si chiama Quota 103 e casserebbe il ritiro anticipato ventilato dall’Inps

Sulle pensioni il Governo Draghi sente l’usta dei sindacati e potrebbe superare le proposte di Quota 102 e Quota 104 nella Legge di Bilancio. Potrebbero essere ampliate o superate da uno scalino in più. La soluzione è stata proposta dalla Lega con lo scopo di spostare più in là l’asticella temporale del ritorno della Fornero, con l’uscita dal lavoro a 67 anni di età, precisamente al 2024. Quota 103 andrebbe anche a scavalcare l’ipotesi dell’Inps, quella di un ritiro anticipato con il contributivo.

I sindacati su Quota 103: ma quale ultima mediazione, ritirare la Fornero una volta per tutte

Su tutto poi grava la questione non accessoria dell’Ape Sociale, che potrebbe essere ampliata incrementando di 30 unità le categorie di lavori gravosi. E sul fronte sindacale? Cgil, Cisl e Uil chiedono in maniera basica di “riformare la riforma Fornero una volta per tutte”. L’idea di Quota 103 sembra superare le soluzioni compromesso, tuttavia, come ribadito dalla sottosegretaria all’Economia in quota Leu Maria Cecilia Guerra, si tratterebbe comunque di un sistema penalizzante per l’universo femminile.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli