Uno studente su 5 non sa quale mascherina va usata all'esame di maturità

·1 minuto per la lettura

AGI - Un maturando su 5 non sa che quest'anno ci sono indicazioni precise sulle mascherine da utilizzare durante l'esame, ossia che quelle chirurgiche sono considerate le più adatte, le FFP2 sono sconsigliate mentre quelle cosiddette 'di comunità (come quelle in tessuto) sono vietate. E solo il 46% sa che la mascherina potrà essere abbassata dal candidato durante il colloquio se sussistano le condizioni di distanziamento previste.

Sono solo alcune delle indicazioni emerse da un monitoraggio condotto da Skuola.net per la Polizia di Stato, su un campione di 1.000 studenti di quinto superiore, alla vigilia dell'avvio della campagna anti fake news "Maturità al sicuro".

Il Protocollo da osservare durante le prove fissa a due metri la distanza minima che deve esserci tra tutti i presenti nel luogo in cui si svolge l'esame ma solo il 47% dei maturandi - meno di uno su 2 - dimostra di saperlo. Mentre l'8% di maturandi pensa di poter portare una 'squadrà a tifare per il proprio orale, il 77% è consapevole che si potrà entrare a scuola al massimo con una persona al seguito e il restante 15% pensa sia obbligatorio affrontare la prova rigorosamente da soli.

Dura a morire anche la convinzione che all'ingresso della scuola verrà misurata la temperatura: solo uno su 4 sa che questo non sarà necessario, basta presentare l'autodichiarazione. Quella sì indispensabile per accedere ai locali dell'istituto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli