Uno studio rivela come le zanzare trovano i propri obiettivi

Zanzara (Photo by Erika SANTELICES / AFP/ Getty Images)

Gli scienziati hanno capito come il cervello delle zanzare usa segnali dai suoi sistemi visuali e olfattivi per identificare, individuare e andare a colpire le sue prossime vittime.

Per un nuovo nella rivista scientifica Current Biology, i ricercatori hanno condotto esperimenti comportamentali e registrazioni in tempo reale del cervello di una zanzara femmina, e hanno scoperto che il sistema olfattivo della zanzara individua alcuni aspetti chimici, che comportano un cambiamento nel loro cervello che causa una risposta comportamentale: la zanzara inizia ad usare il suo sistema visivo per scannerizzare ciò che sta intorno a lei per specifici tipi di forme e vola verso di essere, associando presumibilmente quelle forme con potenziali vittime.

Solo le zanzare femmine si nutrono di sangue, e i risultati della ricerca hanno dato agli scienziati un'idea del processo di integrazione sensoriale che il cervello della zanzare usa per localizzare una vittime. Questi studi potranno essere d'aiuto per sviluppare nuovi metodi per controllare le zanzare e ridurre la diffusione di malattie portate da esse.

Lo studio si focalizza sullo spunto olfattivo che causa la caccia di una vittima: anidride carbonica, o CO2. Per le zanzare, l'odore di CO2 è un segno che una vittima è vicina.

"Il nostro respiro/alitio è pieno di CO2", afferma il professore di biologia dell'Università di Washington Jeffrey Riffell. "Attrae a grande distanza, e viene usato dalle zanzare per localizzare una vittima che potrebbe essere a più di 30 metri di distanza."

La potenziale vittima potrebbe essere una persona o un animale a sangue caldo.

"Abbiamo scoperto che la CO2 influenza l'abilità delle zanzare di voltarsi verso un oggetto che non si trova direttamente nella loro traiettoria di volo", ha detto Riffell. "Quando sentono l'odore di CO2, essenzialmente si voltano verso l'oggetto nel loro campo visuale più velocemente e prontamente rispetto a quanto farebbero senza CO2."

Il senso dell'olfatto nelle zanzare opera a grandi distanze, individuando odori a più di 30 metri di distanza, ma la loro vista è più efficace per gli oggetti che si trovano a 4-6 metri (individuazione a livello intermedio).