Uomini e donne, è trionfo Juventus: doppio scudetto

Huffington Post

Festa completa per la Juventus, che trionfa nello stesso giorno nel campionato maschile e femminile. Cristiano Ronaldo e compagni si aggiudicano l'ottavo scudetto consecutivo, un record assoluto per la Serie A e i principali campionati europei. Ma anche la Juventus Women piazza il bis con due scudetti nei suoi due anni di vita.

I ragazzi di Massimiliano Allegri hanno dovuto recuperare un gol di svantaggio contro la Fiorentina, hanno sbandato per tutto il primo tempo, fra i mugugni del pubblico dell'Allianz Stadium, ma poi hanno ribaltato il risultato con il gol di Alex Sandro e un'autorete e hanno vinto per 2-1. Primo scudetto per Cristiano Ronaldo, ottavo consecutivo per i bianconeri. Gioia fra il pubblico, che però visibilmente non ha ancora superato la delusione per l'eliminazione dalla Champions League per mano dell'Ajax: gli ultrà tengono gli striscioni rivoltati in segno di protesta. Ma è stata una cavalcata trionfale, un campionato vinto in carrozza, mai in discussione. Premiato lo strapotere fisico e tecnico dei bianconeri ma anche la gestione del tecnico livornese di una rosa di altissima qualità dove l'arrivo di una primadonna come CR7 avrebbe potuto alterare qualche equilibrio. E invece partenza sparata, con 8 vittorie consecutive, creando una frattura già incolmabile dopo l'affondo nello scontro al vertice, 3-1 sul Napoli all'ottava giornata. Già da lì la strada era segnata.

La Juventus femminile si porta a casa lo scudetto 2019, il secondo di fila grazie alla vittoria per 3-0 a Verona che ha reso inutile il successo in extremis della Fiorentina, che la inseguiva a un punto. Un successo senza grandi difficoltà, grazie al colpo di testa della Ekroth che ha sblocca il punteggio poco oltre la mezz'ora e indirizzato il match in discesa. Poi nella ripresa non c'è stata storia, col raddoppio firmato all'11' dal mancino della Girelli (13/o centro in campionato) e il tris di Eniola Aluko al 23'. Missione compiuta, insomma, dopo che le Women...

Continua a leggere su HuffPost