Uomini mascherati sparano su dimostranti in Iraq: 18 morti, centinaia i feriti

uomini mascherati iraq

Un funzionario iracheno, citando alcuni testimoni, ha reso noto che alcuni uomini mascherati hanno aperto il fuoco su un gruppo di dimostranti uccidendo almeno 18 persone. La tragedia è avvenuta a Karbala, a sud di Baghdad, nella mattinata di oggi, martedì 29 ottobre 2019. Da quanto si apprende, inoltre, i colpi sarebbero partiti da un’arma da fuoco e gli aggressori hanno sparato da un’automobile. Una volta scesi da mezzo avrebbero proseguito con gli spari, ferendo un centinaio di persone. Un testimone ha raccontato quanto accaduto, rivelando alcuni dettagli.

Iraq, uomini mascherati contro dimostranti

A pochissimi giorni dalla notizia della morte di al Baghdadi, l’Iraq torna a macchiarsi di sangue nel corso di una serie di proteste per il carovita. Nella mattinata di martedì 29 ottobre, infatti, alcuni uomini mascherati hanno sparato contro i dimostranti uccidendo 18 persone e ferendone un centinaio. Un testimone dell’Associated Press ha spiegato che le vittime erano accampate in una delle piazze di Karbala, nel sud di Baghdad nel momento in cui sono stati sparati i colpi. Da quanto si apprende inoltre, gli aggressori erano su un’automobile. Una volta scesi dal mezzo, continua a raccontare il testimone, gli uomini vestiti di scuro e con il volto coperto hanno continuato a sparare sui manifestanti. Oltre alle 18 vittime ci sarebbero almeno un centinaio di feriti. La tragedia è avvenuta in seguito alle giornate di protesta contro il carovita, la corruzione e la mancanza di servizi pubblici. A manifestare nelle piazze c’erano soprattutto sciiti che abitano nel centro e nel sud dell’Iraq.