Uomo dà in escandescenza in ospedale a Napoli: la vicenda

·2 minuto per la lettura
Aggressione in ospedale a Napoli
Aggressione in ospedale a Napoli

Un grave episodio di violenza sarebbe avvenuto in ospedale a Napoli. Un uomo di 38 anni di Crispano, paese della provincia, avrebbe dato in escandescenza sferrando dei calci all’interno del nosocomio. La notizia è stata diffusa dal Corriere della Sera.

Violenza in ospedale, l’episodio a Napoli

L’uomo avrebbe compiuto questo gesto dopo la richiesta negata, da parte, del personale sanitario, di stendersi su una barella. Secondo il racconto dell’uomo gli sarebbe stato risposto che il presidio era invece destinato ai pazienti giunti in codice rosso.

Napoli, la reazione dell’uomo

La barella negata all’uomo avrebbe provocato la reazione dell’uomo. Gli episodi di calci e di una testata al volto contro l’operatore socio-sanitario sarebbero registrati nel pronto soccorso dell’ospedale del Mare. La persona aggredita è un 38enne di Crispano: si tratta di un uomo noto già noto alle forze dell’ordine.

Violenza in ospedale a Napoli

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Ponticelli che hanno analizzato e raccolto le testimonianze. L’uomo era in attesa dell’esito di un esame. Quando gli è stato risposto che le barelle erano destinate ai codici rossi, il 38enne avrebbe aggredito l’operatore. Per la vittima dell’aggressione prognosi di tre giorni con contusioni,trauma facciale e problemi al ginocchio sinistro. Al momento nessuna denuncia presentata.

All’ospedale del Mare di Napoli un anziano è morto e i parenti hanno deciso di compiere una spedizione punitiva. Le immagini dell’assalto sono state filmate dagli autori al fine documentare, con tanto di cellulare, quanto stava accadendo in quel momento in ospedale. Da quel raid una dottoressa è uscita scossa e con un referto di sette giorni di prognosi.

Incidente sfiorato all’ospedale di Livorno. uUn medico esperto di arti marziali è riuscito a sventare un’aggressione immobilizzando un uomo di 45 anni che si era avventato contro l’operatore sanitario, minacciando di ucciderlo. L’episodio è stato sventato grazie alla prontezza di riflessi del medico. L’uomo è stato immediatamente condotto fuori dall’ospedale dov’è stato poi preso in consegna da una pattuglia delle forze dell’ordine. Dopo che gli erano stati prescritti dei farmaci per via endovenosa, l’uomo ha tuttavia iniziato a dare in escandescenza. La persona ha inveito contro il medico, lanciando una bottiglia d’acqua anche contro un’infermiera in quel momento presente. La donna non è stata per fortuna colpita dall’oggetto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli