Uomo di 64 anni si scaglia contro la famiglia brandendo una mazza di ferro

Napoli: picchia moglie e figlia con una mazza di ferro

Un uomo di 64 anni picchia moglie e figlia con una mazza di ferro, durante un litigio in famiglia a Napoli. Il terribile fatto di cronaca ha avuto luogo il 13 giugno 2020, quando una pattuglia dei Decumani ha ricevuto una chiamata di aiuto, mentre si trovava in strada per la ronda di controllo sul territorio.

Napoli: 64enne picchia moglie e figlia

La Centrale Operativa della Questura di Napoli ha dirottato alcuni agenti della Polizia di Stato, per farli intervenire in soccorso di una ragazza che riportava nella telefonata l’aggressione da parte del padre. L’uomo avrebbe infatti colpito sia lei che la madre con una mazza di ferro, durante un’accesa discussione che è poi chiaramente degenerata in un reato vero e proprio.

Entrambe le donne sono state trasferite d’urgenza al più vicino Pronto Soccorso, ma per fortuna le loro condizioni di salute non erano gravi. Dopo alcune visite di routine e accertamenti, madre e figlia sono potute tornare a casa in sicurezza.

Le conseguenze della lite

Vista l’arma contundente con la quale sono state colpite entrambe, i medici hanno ovviamente riscontrato diverse contusioni compatibili con i colpi di mazza ma non hanno riportato di lesioni interne né fratture. La moglie dell’uomo ha riportato traumi su entrambi i lati del torace, con prognosi di 20 giorni, mentre la ragazza ha subìto danni a spalla e mano destra, con diagnosi di 15 giorni a riposo.

Ora, il 64enne napoletano dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate. Per il momento è finito in manette, in attesa del processo che lo vedrà coinvolto.