Uomo di 72 anni ucciso e fatto a pezzi dalla moglie

rovigo omicidio
rovigo omicidio

Terribile omicidio a Rovigo, dove una moglie è stata arrestata per aver ucciso e fatto a pezzi il corpo del coniuge, un uomo di 72 anni.

La moglie confessa di aver ucciso e fatto a pezzi il coniuge 72enne

Svolta nelle indagini relative all’omicidio di Shefki Kurti, il cittadino albanese di 72 anni residente a Badia Polesine, in provincia di Rovigo, il cui corpo tagliato a pezzi era stato recuperato nelle acque dell’Adigetto circa un mese fa.

La moglie dell’uomo, Nadire Kurti, 68 anni – che è già stata arrestata dai Carabinieri – ha confessato il delitto: «Sì l’ho fatto a pezzi con l’accetta, in bagno».Le parti del cadavere del 72enne, smembrati e riposti in sacchi di plastica, a eccezione del cranio, erano stati ripescati dal canale tra il 28 e il 30 luglio.

I problemi mentali e le condanne per la donna

Secondo quanto riferito dai Carabinieri, la donna si trova attualmente rinchiusa nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Rovigo, ed è accusata di omicidio aggravato e distruzione e soppressione di cadavere. La Procura rodigina disporrà anche alcuni accertamenti per verificare il suo stato di salute mentale.

Era stata la famiglia del 72enne a formalizzare la denuncia di scomparsa domenica 24 luglio, giorno in cui era stato segnalato un litigio tra l’uomo e la moglie.