Uomo di 83 anni aggredito mentre era in campagna per rubargli pochi soldi.

·1 minuto per la lettura
Anziano rapinato picchiato
Anziano rapinato picchiato

Un uomo anziano di 83 anni è stato rapinato e picchiato da due 20enni che lo hanno aggredito per la misera refurtiva di 30 euro. L’episodio si è verificato a Roma, nel quartiere ad est della Capitale la Borghesiana, nel primo pomeriggio di lunedì 17 maggio. Per l’anziano si è reso necessario il trasferimento in ospedale e li, oltre ai vari lividi su corpo e faccia, si è appreso della rottura di una costola causata dai forti colpi ricevuti.

Anziano rapinato e picchiato per 30 euro

La vicenda ha inevitabilmente generato molto malumore nel quartiere e in tutta la città, vista la brutalità dell’aggressione e l’età del soggetto che ha ricevuto le percosse. A raccontare quanto avvenuto a Roma Today è stato il figlio dell’anziano che ha detto: “Mio padre è ancora molto scosso e turbato da quanto accaduto. Sotto choc, ha timore che possa accadere nuovamente. È rimasto traumatizzato – ha aggiunto – in quanto non si aspettava di poter subire una aggressione così violenta in pieno giorno per poche decine di euro“. Dalle parole del figlio si apprende inoltre che la vicenda si è svolta intorno alle ore 15:00 del pomeriggio nel terreno in via Bronte dove l’uomo stava lavorando: “Era intento a lavorare su alcuni ulivi – ha detto il figlio dell’anziano – quando è stato avvicinato da due giovani ragazzi italiani di circa 20 anni. Con una scusa sono entrati nel terreno e poi improvvisamente lo hanno aggredito“.

Anziano rapinato e picchiato da due 20enni

“Uno dei due ragazzi – aggiunge il figlio dell’aggredito chiarendo la dinamica dei fatti – lo ha bloccato con un ginocchio contro il costato e lo ha cominciato a colpire al volto con dei pugni mentre gli diceva di non gridare aiuto“. “Il complice – prosegue il figlio – gli ha alzato le gambe e gli ha rubato il portafoglio dove aveva non più di 30 euro”. Un episodio di una violenza inaudita, messo in atto per il semplice gusto di farlo vista anche la scarsità del bottino sottratto all’anziano.

Anziano rapinato e picchiato, le parole del figlio

È stato l’anziano stesso a chiedere aiuto riuscendo ad arrivare a casa malgrado fosse molto dolorante. “Quando sono arrivato a casa sua – conclude il figlio – l’ho trovato, impaurito, traumatizzato e dolorante. Poi l’ho portato al pronto soccorso dell’ospedale San Sebastiano di Frascati dove lo hanno refertato con una costola rotta, contusioni alla testa ed ecchimosi al volto“. Sarà ora compito delle forze dell’ordine individuare i due aggressori.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli