Uomo muore nel padovano in seguito ad un violento impatto contro l'ultraleggero

·2 minuto per la lettura
Pozzonovo schianto con ultraleggero
Pozzonovo schianto con ultraleggero

Un incidente con l’ultraleggero sarebbe costata la vita ad un uomo di 52 anni che si è spento nella tarda mattinata del 28 novembre in seguito ad un violento schianto probabilmente a causa di una manovra che non sarebbe stata eseguita correttamente. Stando a quanto riportano prime indiscrezioni l’uomo sarebbe deceduto sul colpo. Sul corpo della vittima sono state ritrovate delle ferite alla testa e alla nuca.

Nel corso della manovra il veicolo avrebbe aumentato inaspettatamente la velocità portando poi a ribaltarsi schiacciando in questo modo la vittima. Sul posto sono intervenuti gli operatori sanitari del Suem 118, ma nonostante gli sforzi i tentativi sono stati resi vani. La vittima all’arrivo del 118 era già senza vita, per cui non è stato fatto nulla se non dichiarare il decesso. Oltre al Suem 118 sono giunti i vigili del fuoco e i carabinieri di Abano Terme. Proprio questi ultimi sarebbero già al lavoro al fine di definire cosa possa aver portato a questa tragica morte.

Pozzonovo, schianto con ultraleggero; morto 52enne

Roberto Brighenti era un uomo di 52 anni che da diverso tempo viveva con la Compagna a Due Carrare. Questo il ritratto della vittima dell’uomo che è precipitato intorno alle 12.45 del 28 novembre nel campo di volo sulla Monselice Mare. con il suo ultraleggero. L’uomo sarebbe deceduto in seguito ad una manovra effettuata in modo non corretto con il suo ultraleggero. Stando a quanto riportano prime ricostruzioni della vicenda il veicolo si sarebbe ribaltato dopo aver accelerato in modo improvviso una volta che le ruote hanno cominciato a toccare la pista in terra battuta. Il velivolo si sarebbe poi ribaltato schiacciando completamente e uccidendo così la vittima.

Vani i tentativi degli operatori sanitari che avrebbero tentato senza successo di rianimare la vittima. All’arrivo dei soccorsi gli operatori del 118 non hanno potuto fare altro se non dichiaraìrne il decesso.