Uomo si toglie la vita dopo un anno di estorsione per un falso rapimento. In manette un uomo e una donna

·1 minuto per la lettura
Uomo si suicida a Messina, coppia arrestata
Uomo si suicida a Messina, coppia arrestata

È finita con una coppia arrestata la storia di un uomo 49enne, suicida a Messina. Ai domiciliari sono finiti un uomo e una donna che avrebbero estorto denaro alla vittima portandolo alla disperazione. Il vile atto sarebbe stato perpetrato da amici di famiglia che avrebbero fatto leva sull’estrema fragilità dell’uomo. Tutti in famiglia erano all’oscuro della vicenda.

Un uomo si suicida: coppia arrestata a Messina

Il subdolo copione sarebbe stato steso da un uomo di 26 e una donna di 24 anni. Costoro avrebbero, infatti, estorto denaro al padrino del loro figlio inscenando il rapimento della sorella della vittima, ignara di tutto. La coppia conosceva la dipendenza della vittima da sua sorella, così come era al corrente della sua fragilità. Su questa fragilità i due hanno fatto leva, spingendo l’uomo a versare in oltre un anno 150mila euro: il denaro veniva poi consegnato dalla vittima con diverse ricariche Postepay o in contanti.

Suicida per disperazione

Per liberare la donna, l’uomo avrebbe anche ucciso. È emerso dalle indagini che, in un anno, il 49enne aveva venduto tutto, anche i mobili di casa. Aveva, inoltre, compiuto azioni criminali, come il furto e la truffa, pur di trovare soldi. La pressione psicologica e morale esercitata dai due aveva accresciuto la fragilità del 49enne. Sentendosi senza speranza, lacerato dal senso di colpa per aver rovinato le finanze di famiglia, il 15 febbraio scorso l’uomo la faceva finita, impiccandosi in un appartamento abbandonato a Santo Stefano di Camastra, in provincia di Messina.

I due sospetti sono stati arrestati. Su di loro pesa l’accusa di istigazione al suicidio.