Uomo vittima di un’ingiustizia giudiziaria negli Stati Uniti muore di Covid: la storia di Damon

·1 minuto per la lettura
Damon Thibodeaux
Damon Thibodeaux

Damon Thibodeaux è il protagonista di un evento tragico: l’uomo è morto a causa del Covid-19 dopo aver scontato una pena ingiusta all’interno di un carcere di massima sicurezza.

Damon Thibodeaux è morto di Covid

L’uomo ha trascorso gran parte della vita in una casa circondariale per condannati a morte. Il Coronavirus lo ha colpito e non gli ha lasciato scampo all’età di 47 anni. Sono passati nove anni dalla scarcerazione, ma il destino ha beffato ancora una volta Damon Thibodeaux.

Damon Thibodeaux è morto di Covid, vittima di un’ingiustizia

Damon è morto agli inizi del mese di settembre 2021. L’uomo stava ancora combattendo per ricevere un risarcimento danni a causa della detenzione. Thibodeaux fu accusato di un omicidio avvenuto nel 1996: all’epoca dell’accusa lavorava come marinaio vicino al fiume Mississippi.

Damon Thibodeaux è morto di Covid, vittima di un’ingiustizia: altri dettagli

L’uomo venne arrestato per l’omicidio di Crystal Champagne, una sua cugina di 14 anni. All’epoca Damon confessò il delitto dopo un interrogatorio di quasi dieci ore, senza comunque delle prove. L’uomo decise successivamente di ritrattare, parlando di aver ricevuto minacce di morte da parte degli agenti. Successivamente ricevette una condanna da parte del tribunale. Per fortuna il calvario si concluse nel 2012 grazie ad un test del DNA che escluse il suo coinvolgimento con il delitto della cugina Crystal.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli