Uragano Sandy investe Jamaica e Cuba: vittime e danni

Aggiornamento 26 Ottobre ore 7:45
In queste ore Sandy sta sfogando la sua potenza sulle Bahamas come uragano di categoria 1.

Ecco i dati della tempesta:
Pressione: 968 mb
Venti: 144 km/h
Raffiche di vento: 185 km/h
Movimento: verso Nord- Nord/Ovest a 19 km/h

Si aggrava purtroppo il bilancio delle vittime dopo il passaggio sul Mar dei Caraibi: 21 i decessi accertati di cui 11 a Cuba e 1 in Jamaica.
Le autorità riferiscono che questo è il tributo di morti più alto dopo il passaggio dell'Uragano Dennis nel 2005 che causò la morte di 16 e persone e danni per 2,4 miliardi di dollari.
Oltre alle vittime si registrano anche numerosi danni alle linee elettriche e strade completamente allagate a causa delle piogge torrenziali.

Nelle prossime ore Sandy tornerà sull'Oceano Atlantico mantenendo la direzione verso Nord ma entro il prossimo weekend la tempesta potrebbe virare bruscamente verso New York e Washington: guarda la previsione!


Sandy è categoria 2 su Cuba
L'uragano Sandy ha attraversato nelle scorse la Jamaica e al momento si trova in piena azione su Cuba.
Ecco gli ultimi dati disponibili:
Pressione: 957 mb
Venti: 177 km/h
Raffiche: 185 km/h
Movimento verso Nord a 19 km/h

La cronaca del passaggio su Haiti e Jamaica
L'uragano ha raggiunto la terraferma a Cuba, poco a ovest di Santiago, nel sud dell'isola.
Sandy aveva prima colpito la Giamaica e Haiti provocando almeno due morti: un uomo è morto in Giamaica colpito da un masso, mentre ieri una donna era morta ad Haiti spazzata via da un fiume che stava provando ad attraversare.
Il National Hurricane Center di Miami riferisce che i venti di Sandy hanno raggiunto i 183 km/h.

Allerta negli USA
Nelle prossime 12 ore Sandy continuerà la sua marcia verso Nord e con tutta probabilità investirà le Bahamas mantenendo quasi immutata la sua potenza.
Dopo le splendide isole dell'Atlantico l'uragano dovrebbe piegare verso Est risparmiando la costa USA ma c'è comunque apprensione e allerta per quello che dovrebbe essere un percorso parallelo.

La traiettoria prevista conferma il passaggio sulle Bahamas e la graduale perdita di potenza nel tragitto verso acque più fredde.


Matteo Zanetti
mzanetti@class.it
Riproduzione Riservata


Ricerca

Le notizie del giorno