Uruguay, sciame d'api attacca un quartiere

Api
Api

Un quartiere dell’Uruguay, Melo, è stato attaccato da uno sciame d’api, composto da migliaia di esemplari, che ha sconvolto la comunità. Quasi 40 persone sono finite in ospedale a causa delle punture.

Sciame d’api attacca un quartiere in Uruguay, 37 persone in ospedale

I cittadini di Melo, piccolo quartiere dell’Uruguay, al confine con il Brasile, sono rimasti scioccati per quello che è accaduto. Il piccolo centro urbano è stato attaccato da uno sciame d’api, che ha sconvolto l’intera comunità. Lo sciame era composto da migliaia di esemplari, che hanno attaccato e punto decine e decine di persone, facendone finire 37 in ospedale. Le api si sono dirette verso le auto che erano ferme nel traffico, riuscendo ad infilarsi nei finestrini e pungendo le persone. Una scena degna di un film, con decine di persone in fuga dalle api, nel tentativo di rifugiarsi nelle proprie case e nei negozi.

Le testimonianze dei cittadini

Le persone finite in ospedale sono 37, tra cui 8 bambini, punte dozzine di volte mentre cercavano di fuggire a piedi. “Mio figlio correva come un matto ma è stato comunque punto circa 15 volte, ho visto persone correre disperate, hanno abbandonato moto e auto e sono fuggite” ha raccontato la mamma di uno dei bambini ricoverati. “Avevo i finestrini della macchina abbassati quando uno sciame di api è apparso dal nulla ed è entrato” ha raccontato un altro testimone. A salvare la situazione gli apicoltori, che hanno individuato due alveari tenuti, senza permesso, da un residente della zona. Gli esperti hanno rimosso gli alveari e rimesso la zona in sicurezza. Non è chiaro per quale motivo le api abbiano deciso di attaccare, ma secondo gli esperti potrebbero essere state stressate dai rumori delle auto e dei clacson.