Us Open, Berrettini sconfitto da Djokovic. "Se siamo in otto miliardi nel mondo e nessuno lo batte, ci sarà un motivo"

·1 minuto per la lettura
Sep 8, 2021; Flushing, NY, USA; Matteo Berrettini of Italy reacts after making an error in the third set against Novak Djokovic of Serbia on day ten of the 2021 U.S. Open tennis tournament at USTA Billie Jean King National Tennis Center. Mandatory Credit: Danielle Parhizkaran-USA TODAY Sports (Photo: USA Today Sports via Reuters)
Sep 8, 2021; Flushing, NY, USA; Matteo Berrettini of Italy reacts after making an error in the third set against Novak Djokovic of Serbia on day ten of the 2021 U.S. Open tennis tournament at USTA Billie Jean King National Tennis Center. Mandatory Credit: Danielle Parhizkaran-USA TODAY Sports (Photo: USA Today Sports via Reuters)

“Se siamo in otto miliardi nel mondo - scherza Berrettini - e nessuno lo batte, ci sarà un motivo”. Matteo Berrettini riconosce la superiorità di Novak Djokovic, dopo la sconfitta in quattro set (5-7 6-2 6-2 6-3) agli Us Open. “Ho provato a puntare sul servizio - commenta il tennista romano - ma ho trovato di fronte il più grande risponditore di sempre. Il mio prossimo step è mantenere la stessa forza mentale per quattro, cinque set, non solo per il primo”

Il serbo resta irraggiungibile ed è a due vittorie per diventare il terzo uomo di sempre a vincere tutti gli Slam in una stagione. “Ho battuto un ragazzo molto potente - è la sua analisi nel dopo gara - ma a me piace uscire alla distanza. Amo i cinque set e sento di giocare meglio nelle ultime partite. Sono sulla buona strada”. In semifinale incontrerà il tedesco Zverev, recente campione olimpico, che sul suo cammino ha incontrato e eliminato l’italiano Jannik Sinner.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli