Usa 2020: Biden in crisi, lui assicura: "È l'inizio, non è... -3-

A24/Pca

New York, 12 feb. (askanews) - La sensazione è che le primarie in South Carolina (in programma il 29 febbraio, sette giorni dopo i caucus del Nevada), saranno decisive per il prosieguo della sua campagna elettorale. "Abbiamo avuto notizie dai primi due di 50 Stati. Due. Non tutta la nazione, non metà della nazione, non un quarto della nazione, non il dieci per cento. Due" ha detto Biden, davanti a una platea quasi interamente afroamericana. "Siamo solo all'inizio" ha aggiunto, affermando che il 99,9% degli afroamericani e il 99,8% dei latinoamericani devono ancora votare. "Non è finita" ha detto Biden.

La media dei sondaggi in South Carolina di RealClearPolitics è ancora rassicurante: Biden ha il consenso del 31% degli elettori, seguito dal miliardario Tom Steyer con il 18,5 per cento; Bernie Sanders è terzo con il 17 per cento. Secondo le proiezioni di FiveThirtyEight, invece, il favorito è Sanders, con circa il 30% delle preferenze (26% per Biden). A livello nazionale, Biden è stato sorpassato da Sanders nei giorni scorsi (23,6% contro 19,2% di media).