Usa 2020:Rep con piattaforma '16, critiche "a presidente attuale"

A24/Pca

New York, 12 giu. (askanews) - Il comitato esecutivo del Comitato nazionale repubblicano statunitense ha votato a favore di un ridimensionamento della convention nazionale, a causa del coronavirus, e ha deciso di usare la piattaforma politica del 2016 anche per il 2020, per evitare a circa 5.000 tra delegati e sostituti di andare alla fine di agosto a Charlotte, in North Carolina, a discutere e votare una nuova piattaforma; infatti, anche se il presidente Donald Trump ha deciso di spostare a Jacksonville, in Florida, il suo discorso di accettazione della nomination e gli altri eventi pi importanti, il partito obbligato a tenere alcuni appuntamenti della convention a Charlotte, dove era stata programmata, e dove si recheranno solo 336 delegati per formalizzare la nomination di Trump.

Questo significa che la piattaforma critica "l'attuale" presidente - che nel 2016 era, ovviamente, Barack Obama - e la sua amministrazione, colpevole di aver provocato, per esempio, "un grande aumento del debito nazionale", come del resto fatto dallo stesso Trump, e di aver danneggiato i rapporti con i partner internazionali, altro fatto che molti non fanno fatica ad accostare, oggi, all'attuale amministrazione repubblicana. (segue)