Usa 2020, sfida liberal ai 'big' in primarie Dem... -2-

A24/Pca

New York, 23 giu. (askanews) - A spiccare soprattutto la figura di Bowman, un afroamericano di 44 anni, preside di una scuola media nel Bronx, scelto da Justice Democrats, lo stesso gruppo che lanci la campagna della deputata Alexandria Ocasio-Cortez due anni fa. Bowman appoggiato dai principali politici progressisti del Paese, a partire dai senatori Bernie Sanders ed Elizabeth Warren - oltre che da Ocasio-Cortez - e da politici locali molto popolari, come le senatrici statali Alessandra Biaggi e Jessica Ramos. L'ascesa di Bowman ha spinto molti leader del partito a sostenere Engel, che presiede la commissione Esteri della Camera: l'endorsement arrivato dal leader della minoranza in Senato, Chuck Schumer, dalla speaker della Camera, Nancy Pelosi, dal deputato Hakeem Jeffries e anche da Hillary Clinton.

Se Bowman dovesse vincere, in un distretto che comprende il Bronx e Westchester, rafforzerebbe la cosiddetta 'squad' progressista, il cui prossimo obiettivo sar quello di battere Schumer tra due anni, quando si candider per un nuovo mandato di sei anni. A proposito di Ocasio-Cortez, grande sorpresa del 2018, bisogna ricordare che affronter i suoi primi sfidanti: il pericolo maggiore arriva da Michelle Caruso-Cabrera, ex giornalista della Cnbc, che ha raccolto circa 2 milioni di dollari in campagna elettorale (meno di un quinto di quanto raccolto da Ocasio-Cortez). (segue)