## Usa 2020, si parte: Iowa al voto, come funzionano i caucus -3-

A24/Pca

New York, 3 feb. (askanews) - I partecipanti ai caucus non scelgono i delegati alla convention nazionale che voteranno il candidato alla presidenza, come succede alle primarie, ma i delegati che li rappresenteranno alla convention di contea, dove ha luogo un identico procedimento, poi ripetuto alle convention distrettuali e poi a quelle statali, dove vengono selezionati i delegati per la convention nazionale. I caucus non nacquero come sistema di nomina presidenziale, ma per aiutare i partiti a organizzarsi a livello locale.

La maggior parte degli Stati ha abbandonato i caucus in favore delle primarie, più veloci e generalmente più economiche. Alle primarie, gli elettori votano una volta e i delegati per la convention nazionale vengono assegnati proporzionalmente ai candidati. I cittadini dell'Iowa restano però grandi sostenitori dei caucus, perché permettono di discutere pubblicamente dei candidati. Quest'anno, è prevista una novità: il partito non solo determinerà il vincitore con il conteggio dei "delegati statali equivalenti", ma renderà noto l'andamento di tutte le votazioni, per rendere il processo più trasparente.

- L'importanza dell'Iowa Diversi fattori hanno spinto i caucus dell'Iowa, negli anni '70, alla ribalta della politica nazionale. Nel 1972, dopo la riforma decisa dal partito democratico per limitare il potere della leadership del partito e aprire il processo di scelta del candidato presidenziale, l'Iowa dovette anticipare i suoi caucus - per rispettare le nuove norme sulla scelta dei delegati - da marzo o aprile, quando erano regolarmente organizzati, a gennaio, prima delle primarie del New Hampshire. (segue)