## Usa 2020: stasera dibattito Dem, il 3 febbraio si vota... -2-

A24/Pca

New York, 14 gen. (askanews) - La polemica tra i due candidati più a sinistra potrebbe avvantaggiare i centristi Joe Biden - per una volta, forse, non al centro delle attenzioni - e Pete Buttigieg, con cui formano il quartetto favorito per i caucus dell'Iowa e per la nomination. Buttigieg, ex sindaco di South Bend, in questi mesi ha fatto campagna elettorale presentandosi come l'alternativa giovane a Biden, preferendo attaccare i rivali liberal piuttosto che l'ex vicepresidente. In Iowa, dove gli elettori sono in gran parte moderati e anziani, ha speranze di vittoria.

Biden, che ieri ha ricevuto ottime notizie dal sondaggio nazionale della Quinnipiac (+6 per cento sul primo rivale), dal sondaggio della Monmouth in Iowa (+6 per cento) e dal sondaggio della Franklin Pierce University-Boston Herald in New Hampshire (+4 per cento), potrebbe finalmente avere l'opportunità di restare a guardare i suoi due principali avversari indebolirsi a vicenda. Lo scontro tra Warren e Sanders potrebbe andare ben oltre la questione di genere: nelle ultime settimane, i volontari che lavorano per Sanders, secondo un articolo di Politico, hanno ricevuto l'ordine di presentare Warren, parlando con gli elettori, come la "candidata delle élite". Sanders si è difeso dicendo che la sua campagna impiega "centinaia di persone" e che le persone "certe volte fanno cose che non dovrebbero". "Non ho mai detto una parola negativa su Elizabeth Warren, che è mia amica" ha detto il senatore. Le sue parole, però, non basteranno a spegnere la polemica. (segue)