Usa 2020, Warren abbandona la campagna per primarie democratiche

Usa 2020, Warren abbandona la campagna per primarie democratiche

Washington, 5 mar. (askanews) – Elizabeth Warren ha deciso di abbandonare le primarie democratiche per le presidenziali statunitensi.

“Sapete, odiavo gli addii, poi ho capito che non c’è un addio per molto di quello che facciamo. Quando ho lasciato un posto, ho portato nel mio cuore tutto quello che ho imparato, tutte le buone idee, tutti i buoni amici, e sono diventati parte di quello che ho fatto dopo. Questa campagna non è diversa. Forse non sarò in corsa per la presidenza nel 2020, ma questa battaglia, la nostra battaglia, non è finita”. Questo è quanto ha detto la senatrice Elizabeth Warren al suo staff, annunciando la decisione di abbandonare le primarie democratiche per le presidenziali statunitensi.

La senatrice, 70 anni, era già reduce da un febbraio negativo in termini di risultati: dopo aver ottenuto 8 delegati in Iowa, era rimasta a secco in New Hampshire, Nevada e South Carolina. Martedì, non è riuscita nemmeno a vincere nel suo Stato, il Massachusetts, dove i sondaggi la davano in testa, anche se di poco, sul senatore Bernie Sanders: è invece arrivata terza, vittima della ‘rinascita’ di Joe Biden, possibile grazie alla vittoria in South Carolina e al sostegno pubblico di tre ex candidati alle primarie: Amy Klobuchar, Pete Buttigieg e Beto O’Rourke.