Usa 2020, Wp: afroamericani potrebbero rivelarsi decisivi per Biden

Sim
·1 minuto per la lettura

Roma, 5 nov. (askanews) - Gli elettori afroamericani potrebbero rivelarsi decisivi per la vittoria di Joe Biden della presidenza americana. Secondo una prima analisi del Washington Post, il candidato democratico ha infatti strappato Wisconsin e Michigan al presidente uscente Donald Trump, ribaltando i primi risultati che davano l'uscente in testa, dopo lo spoglio dei voti di Milwaukee e Detroit, due aree con forte presenza di elettori afroamericani. E due dopo l'Election Day, che ha fatto registrare un'affluenza record, le operazioni di scrutinio ancora in corso in Georgia e Pennsylvania riguardano contee di tendenza democratica, dove è ugualmente numerosa la popolazione afroamericana. A livello nazionale, secondo dati preliminari, l'87% dell'elettorato nero ha sostenuto Biden contro il 12% a favore di Trump. Ancora più marcato il sostegno delle donne afroamericane: il 91% contro l'8%. "Mi è apparso chiaro la scorsa notte, alla luce dei margini in Wisconsin e con Milwaukee non ancora scrutinata, che gli elettori neri stavano per determinare da che parte andava il Wisconsin", ha detto Cliff Albright, cofondatore di Black Voters Matter, l'organizzazione che subito dopo le primarie si è impegnata a convincere gli elettori neri a votare per posta o a recarsi alle urne prima del 3 novembre. Uno sforzo messo in campo in particolare proprio in stati come il Michigan e la Pennsylvania.