USA: al Congresso slitta il voto sulla legge che dovrà sostituire l’Obamacare

Nessun accordo sulla legge che dovrà sostituire l’Obamacare. La Camera dei Rappresentanti del Congresso statunitense ha rimandato il voto previsto per questo giovedì. Il rinvio è stato deciso dopo che i tentativi di mediare tra le diverse anime dei repubblicani (che al Congresso hanno la maggioranza) sono falliti. Per una parte del partito la riforma è troppo blanda. Per l’altra troppo dura.

“Finora non abbiamo avuto abbastanza sì dei nostri membri – spiega Mark Meadows, presidente del gruppo ultraconservatore House Freedom – su quello che attualmente stiamo considerando. Tuttavia direi che sono stati fatti progressi e sono ottimista”.

Di diverso avviso la leader della minoranza democratica Nancy Pelosi: “Nonostante il Trumpcare fosse brutto, i repubblicani sono stati in piedi tutta la notte cercando di peggiorarlo. Stanno rimescolando tutto per trovare una legge che possa passare. Non so se si vuole chiamare quello fatto da Trump un ‘errore di esordiente’. Ma non si fissa un giorno e si dice che verrà approvato un disegno di legge. Occorre costruire il consenso nel partito. E quando si è pronti, solo allora si definisce una data in cui verrà approvato”.

#TrumpCare is a moral monstrosity that will cause premiums to surge. It’s time to pull the plug. https://t.co/WatJrh0Qg3 pic.twitter.com/XFRxvKhxB1— Nancy Pelosi (@NancyPelosi) March 23, 2017

Durante la campagna elettorale Trump aveva fatto dell’abolizione dell’Obamacare uno dei suoi cavalli di battaglia.

We must #RepealANDReplace #Obamacare for the millions that are suffering. Tell your Rep you support #AHCA. Locator➡️https://t.co/xAX4GJApx9 pic.twitter.com/CD9jWBkdcE— President Trump (@POTUS) March 23, 2017

L’Affordable Care Act di Obama, entrato in vigore nel 2010, ha garantito la copertura sanitaria a circa 20 milioni di statunitensi. La legge ha introdotto l’obbligo per la maggior parte dei datori di lavoro di offrire un’assicurazione e l’obbligo per i dipendenti di acquistare questa polizza. Ha ampliato il programma Medicaid, che garantisce cure mediche alle fasce di reddito più basse, e ha vietato agli assicuratori di negare copertura assicurativa alle persone per motivi di salute.

Nonostante l’Obamacare, negli Stati Uniti 28 milioni di persone restano senza assicurazione sanitaria.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità